|
|
conloro Associazione di volontariato per la tutela e la divulgazione dei diritti delle persone diversamente abili
integrando Coordinamento Associazioni
Disabili d'Ambito
Conversano Monopoli Polignano a mare
dona il tuo 5x1000

sei in » HOME » NEWS ED EVENTI » EVENTI

NEWS ED EVENTI - EVENTI

A CHI INTERESSANO I FONDI REGIONALI PER I CONTRIBUTI ABA? SIT - IN c/o la sede del CONSIGLIO REGI0NALE PUGLIESE via Capruzzi 206 - BARI
Monday 21 September 2015

 picture

martedì 22 settembre 2015 dalle ore 9,00 alle ore 13,00
SIT - IN c/o la sede del CONSIGLIO REGI0NALE PUGLIESE via Capruzzi 206 - BARI
le Famiglie pugliesi delle Persone Autistiche chiedono la REVOCA dellla DGR n.1340 del 5/6/2015

 

COMUNICATO STAMPA
A CHI INTERESSANO I FONDI REGIONALI PER I CONTRIBUTI ABA?


L’ANGSA PUGLIA ONLUS (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici) contesta la delibera della Giunta Regionale n. 1340 del 5 giugno 2015 e ne richiede la revoca.
Per anni le Famiglie delle Persone con autismo sono state ignorate dalle Istituzioni, ai loro figli negati i servizi sanitari e la mancanza di punti di riferimento sanitari e di strumenti normativi, lasciando molto spesso le Famiglie preda di guaritori e millantatori che indicando terapie miracolose Le hanno indotte a intraprendere percorsi dispendiosi e illusori. 
A novembre del 2012, frutto di una lunga battaglia delle associazioni nazionali in primis l’ANGSA, il Ministero della Salute, con la Conferenza Unificata comunica alle Regioni ed Enti Locali la Linea Guida 21 dell’ISS (per bambini e adolescenti) e le LINEE di Indirizzo per adulti dando per la prima volta alle Famiglie e agli Operatori dei Servizi Sanitari le indicazioni chiare sui trattamenti basati sull’evidenza scientifica internazionale ed infine è di questi giorni l’entrata in vigore della prima Legge Nazionale sull’autismo la L. 134/2015
La PUGLIA nel 2009 con la delibera DGR n.2035 è stata una delle poche regioni a riconoscere UN CONTRIBUTO economico a favore dei cittadini pugliesi con autismo che si avvalgono di interventi terapeutici scientificamente validati e indicati dalle Linee Guida e nel Luglio del 2013 è stata tra le prime Regioni a recepire i contenuti della Conferenza Unificata e ad emanare, insieme ai rappresentanti delle associazioni, le proprie Linee Guida Regionali per l’Autismo con l’istituzione del TAVOLO REGIONALE PER L’AUTISMO. 
La Puglia pur apparendo tra le Regioni maggiormente impegnate nell’autismo è però ancora oggi in ritardo nell’attuazione di servizi specifici e nelle ASL si continua ad avere Organici che possono somministrare solo terapie occupazionali, psicomotricità e se tutto va bene logopedia, tutti trattamenti non indicati come prioritari per l’autismo dalle Linee Guida.
In questo quadro generale il sostegno economico della Regione a favore degli interventi cognitivo comportamentali basati sulla metodologia ABA, rimane ancora oggi l’unica risorsa per le Famiglie delle persone con autismo, un contributo indispensabile per mettere in atto i trattamenti adeguati indicati da tutta la comunità scientifica nazionale e internazionale. 
Il 5 giugno di quest’anno la DGR 1340 spegne di fatto tutte le luci fin qui accese, il contributo economico, unico sostegno per le Famiglie in mancanza di servizi sanitari specifici, di fatto restringe il bacino di utenti beneficiari senza garantire per gli esclusi nessuna alternativa, soprattutto per gli adulti per i quali i Dipartimenti di salute mentale non sono ancora oggi in grado di indicare un percorso di presa in carico.

Ci chiediamo come mai gli Assessori Regionali uscenti abbiano sentito il dovere di accelerare una Delibera che doveva essere di competenza del nuovo Consiglio Regionale e denunciamo il fatto che il Gruppo tecnico del Tavolo regionale per l’autismo abbia definito i contenuti del DGR 1340/2015 senza confrontarsi con Tutti i rappresentanti del Tavolo e soprattutto che non abbia definito tempi e modalità con cui il servizio sanitario garantirà quello che le Famiglie, grazie al contributo regionale ora revocato, garantivano ai propri figli autistici. 
La delibera 2035 del 2009 indica i termini di presentazione delle domande per un contributo economico che la L.R. 45/2008 garantisce a tutti i cittadini pugliesi. Secondo la Convenzione delle Nazioni Unite per i diritti delle persone con disabilità, recepita dall’Italia con la L.18/2009 lo Stato deve garantire i servizi sanitari, la DGR 1340/2015 lede tali diritti, pertanto le Famiglie di bambini, adolescenti e adulti con autismo chiedono di essere ricevuti dal Presidente Michele Emiliano affinchè venga revocata la citata delibera, fidando nell’uomo Magistrato e nella Persona sensibile, il giorno martedi 22 settembre c/o il Consiglio Regionale manifesteremo per essere ascoltati.


Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici
Il Presidente 
Mario Chimenti

« indietro

comune di conversano

comune di conversano

regione puglia

regione puglia

Sito web realizzato con contributo regionale inerente
il PROGETTO SAX - B - SISTEMI AVANZATI PER LA CONNETTIVITA' SOCIALE, denominato "Diritti a casa Con Loro"

Associazione "Con Loro" Onlus - cod. fisc.: 93018970728
Associazione di volontariato per la tutela e la divulgazione dei diritti delle persone diversamente abili.
Via Vavalle, 25 - 70014 Conversano (Bari) Puglia - tel. 080.4952524 - email: info@conloro.it
conloro su facebook

Valid HTML 4.01 Transitional CSS Valido!